borsa di studio arte digitale in Italia

La borsa di studio “Ricognizione sull’arte digitale italiana” è incentrata sul mondo delle arti digitali in Italia, sulle prospettive degli ultimi trend artistici (intelligenza artificiale, realtà virtuale, NFT, ecc.).

La borsa è stata assegnata tramite bando pubblico a Vincenzo Estremo, che condurrà un’indagine sulla definizione teorico-concettuale di Cyberproletariat la “Neoplebe, Classe Creativa, Élite e di Immagine digitale e lavoro digitale. Dopo una prima fase di ricerca in archivio e curatoriale, la sua analisi si articolerà in una Call for artist sui media contemporanei e in due restituzioni pubbliche.

Vincenzo Estremo ha conseguito nel 2017 il Dottorato di ricerca internazionale in Studi audiovisivi: cinema, musica e comunicazione, in co-tuteta all’Università degli studi di Udine e Kunstuniversität Linz. Insegna Fenomenologia dei media all’Accademia Ligustica di Genova, Estetica all’Università telematica San Raffaele Roma 5, Progettazione multimediale al NABA e Tecniche dei media integrati allo IED di Torino. È autore di numerosi libri e pubblicazioni. Tra i più recenti: Teoria del lavoro reputazionale, Milano 2020; Cinema Arte Performance, Milano 2018; Extended Temporalities. Transient Visions in the Museum and in Art, Milano 2016.