La ricerca consente di accedere alle informazioni su oltre 13.500 tra artisti, gruppi e movimenti attivi in Italia dagli inizi del Novecento fino ai nostri giorni. La banca dati, in continuo aggiornamento, comprende non solo gli artisti, circa 6000, che hanno preso parte alle esposizioni della Quadriennale, ma anche i nominativi di coloro che nel tempo hanno inviato all'Istituzione materiale documentario sulla prorpia attività. Per ogni artista, oltre a una sintetica scheda anagrafica, sono descritte la tipologia e la consistenza dei materiali documentari conservati nell'Archivio Biblioteca. Sono inoltre indicate le partecipazioni alle mostre realizzate dalla Quadriennale.

nome
  • Alberto
cognome
  • Garutti
 
luogo di nascita
  • GALBIATE
data di nascita
  • 1948/05/18
biografia
  • La figura di Garutti ha attraversato gli ultimi trent’anni dell’arte italiana, soprattutto fondando una nuova metodologia di insegnamento delle arti visive e dando vita a una personalissima maniera di fare arte pubblica. Garutti definisce il suo procedimento metodologico “machiavellico”: l’opera, da un lato, si inserisce in un territorio sociale e geografico circoscritto; dall’altro, si rivolge al sistema dell’arte, esplorandone i meccanismi. Questo modo di operare comporta una ridefinizione del ruolo dello spettatore, che non solo assume attraverso l’incontro con l’artista la funzione biunivoca di committente e destinatario dell’opera, ma proprio in virtù di questa doppia funzione viene inoltre investito di un’inedita responsabilità nei confronti della stessa. Le opere di natura oggettuale realizzate da Garutti, che insieme agli interventi di arte pubblica costellano la sua produzione, adottano, su scala differente, una simile metodologia, unendo un impiego critico e sedizioso dei linguaggi artistici a un’analisi di contesti socioculturali circoscritti.