La ricerca consente di accedere alle informazioni su oltre 13.500 tra artisti, gruppi e movimenti attivi in Italia dagli inizi del Novecento fino ai nostri giorni. La banca dati, in continuo aggiornamento, comprende non solo gli artisti, circa 6000, che hanno preso parte alle esposizioni della Quadriennale, ma anche i nominativi di coloro che nel tempo hanno inviato all'Istituzione materiale documentario sulla prorpia attività. Per ogni artista, oltre a una sintetica scheda anagrafica, sono descritte la tipologia e la consistenza dei materiali documentari conservati nell'Archivio Biblioteca. Sono inoltre indicate le partecipazioni alle mostre realizzate dalla Quadriennale.

nominativo
  • Giacconi Riccardo e Morbio Andrea
biografia
  • Nella sua pratica artistica Giacconi (San Severino Marche, 1985) utilizza molteplici formati, dal video alla performance, e modelli narrativi, dal radiodramma al documentario, che lo aiutano a restituire complessi passaggi storici e sociali, sui quali si sofferma per cogliere dettagli e particolari apparentemente insignificanti della vita delle persone. Morbio (Montichiari, 1984), antropologo formatosi presso l’EHESS di Parigi, si occupa di Folklore europeo e svolge ricerche sul campo in Lombardia, oltre che coltivare la sua pratica artistica. Dal 2010 Giacconi e Morbio collaborano al progetto di ricerca intitolato "Simone Pianetti", che hanno presentato sotto forma di mostra, proiezioni, performance e conferenze. Il progetto "Simone Pianetti" (1858-?) (2010-2016), si sviluppa attorno all’uomo che nel 1914 uccide sette personalità di potere di Camerata Cornello (Bergamo) che lo avevano ostacolato nei suoi tentativi di portare novità e progresso nel borgo. Pianetti fugge, con lo scoppio della guerra non si hanno più sue notizie e da allora diventa un modello per gli anarchici, oltre che il protagonista di uno spettacolo di burattini, "Il vendicatore".
documenti collegati