La ricerca consente di accedere alle informazioni su oltre 13.500 tra artisti, gruppi e movimenti attivi in Italia dagli inizi del Novecento fino ai nostri giorni. La banca dati, in continuo aggiornamento, comprende non solo gli artisti, circa 6000, che hanno preso parte alle esposizioni della Quadriennale, ma anche i nominativi di coloro che nel tempo hanno inviato all'Istituzione materiale documentario sulla prorpia attività. Per ogni artista, oltre a una sintetica scheda anagrafica, sono descritte la tipologia e la consistenza dei materiali documentari conservati nell'Archivio Biblioteca. Sono inoltre indicate le partecipazioni alle mostre realizzate dalla Quadriennale.

nominativo
  • Mazzi Elena e Tirelli Sara
biografia
  • La ricerca artistica di Mazzi (Reggio Emilia, 1984) prende in esame l’uomo e il suo ambiente attraverso un approccio antropologico che attiva di volta in volta strumenti di indagine diversi, a seconda di dove l’artista si trovi a operare. Mazzi si misura con il contesto, lo studia, ne raccoglie le storie quotidiane e le memorie individuali e, attraverso i suoi interventi, le innalza alla dignità di atti collettivi di riappropriazione e consapevolezza. Il processo esecutivo prevede la collaborazione di specialisti e delle comunità che abitano il territorio. Le sue opere, frutto dell’incontro tra tradizione e sperimentazione, sono proposte di resistenza giornaliera alla difficile condizione contemporanea, rivoluzionarie in quanto percorribili nella quotidianità. Tirelli (Gorizia, 1979) utilizza il video come strumento di esplorazione della realtà, spaziando dalla video arte al documentario, dal videoclip alla live performance. I suoi lavori indagano i meccanismi percettivi sperimentando le possibilità espressive della narrazione non lineare e della dimensione fisica dell’esperienza visiva. Mazzi e Tirelli collaborano dal 2015 alla realizzazione della video installazione intitolata "A fragment world" (2016) e hanno già lavorato insieme tra il 2013 e il 2014 al video "LACUNA. Land of hidden spaces" (2014).
documenti collegati