La ricerca consente di accedere alle informazioni su oltre 13.500 tra artisti, gruppi e movimenti attivi in Italia dagli inizi del Novecento fino ai nostri giorni. La banca dati, in continuo aggiornamento, comprende non solo gli artisti, circa 6000, che hanno preso parte alle esposizioni della Quadriennale, ma anche i nominativi di coloro che nel tempo hanno inviato all'Istituzione materiale documentario sulla prorpia attività. Per ogni artista, oltre a una sintetica scheda anagrafica, sono descritte la tipologia e la consistenza dei materiali documentari conservati nell'Archivio Biblioteca. Sono inoltre indicate le partecipazioni alle mostre realizzate dalla Quadriennale.

nome
  • Davide
cognome
  • Quagliola
pseudonimo
  • Quayola
luogo di nascita
  • ROMA
data di nascita
  • 1982/08/12
biografia
  • Quayola è interessato alla liquefazione della forma nell’epoca digitale. Nel suo lavoro esplora collisioni imprevedibili, tensioni ed equilibri tra il reale e l’artificiale, il figurativo e l’astratto, il vecchio e il nuovo. Rileggendo la tradizione barocca e rinascimentale, si serve del codice di programmazione per sottoporne le forme a imprevedibili mutazioni, poi tradotte in sculture e video. Il rapporto con l’antico non è gratuito, ma sempre funzionale a offrire una base solida – sanzionata dalla Storia – alla sua esplorazione delle estetiche fluide e delle loro conseguenze culturali. Tutto questo traspare nelle sue recenti serie – dai "Captives" (2012-14) a "Laocoön" (2016) –, in cui la riformulazione digitale dell’artefatto scultoreo e l’uso delle tecniche moderne di prototipazione rapida rispondono all’esigenza di riflettere sulla natura del tempo: la scultura classica come infinita variazione di un modello; l’archeologia e il restauro come estasi del frammento. Il suo interesse per l’estetica del codice ha portato l’artista a realizzare performance audiovisive e a collaborare spesso con il mondo della musica.
documenti collegati
sito web