La ricerca consente di accedere alle informazioni su oltre 13.500 tra artisti, gruppi e movimenti attivi in Italia dagli inizi del Novecento fino ai nostri giorni. La banca dati, in continuo aggiornamento, comprende non solo gli artisti, circa 6000, che hanno preso parte alle esposizioni della Quadriennale, ma anche i nominativi di coloro che nel tempo hanno inviato all'Istituzione materiale documentario sulla prorpia attività. Per ogni artista, oltre a una sintetica scheda anagrafica, sono descritte la tipologia e la consistenza dei materiali documentari conservati nell'Archivio Biblioteca. Sono inoltre indicate le partecipazioni alle mostre realizzate dalla Quadriennale.

nome
  • Roberto
cognome
  • Cuoghi
luogo di nascita
  • MODENA
data di nascita
  • 1973/09/23
biografia
  • L’identità, la memoria, il tempo sono temi ricorrenti nel lavoro di Cuoghi, metabolizzati in un processo di continua trasfigurazione di mezzi e linguaggi. Culture lontane, personaggi del mondo dell’arte, il corpo dell’artista stesso, sono solo alcuni dei soggetti coinvolti in tali metamorfosi. Nel corso degli ultimi dieci anni Cuoghi si è cimentato in esperimenti che si spingono ai limiti del fare arte, come la decisione di assumere l’identità di suo padre attraverso un forzato invecchiamento precoce, o quella di indossare occhiali che invertono il senso della vista. La volontà di esplorare mondi complessi ed enigmatici, unita a una devozione ossessiva per la ricerca preparatoria, ha portato l’artista alla creazione di un articolato corpus di opere dedicate al dio-demone Pazuzu. Ispirandosi a un antico amuleto di bronzo conservato al Louvre, l’artista ha prodotto una serie di sculture in cui l’immagine del demone assiro è rappresentata in materiali, scale e forme diverse – un caleidoscopio di simulacri possibili.
documenti collegati