Questa pagina consente una ricerca libera sugli archivi già inventariati, con il supporto di liste che, se necessario, possono facilitare l'interrogazione della banca dati. Gli archivi on line comprendono sia i fondi istituzionali, che si riferiscono alla storia e all'attività della Quadriennale, sia fondi personali acquisiti per donazione relativi ad artisti, galleristi, storici e critici d'arte. La struttura degli archivi è visualizzabile nella sezione "esplora fondi".


sei in: Fondo Lorenza Trucchi/Articoli/Momento Sera/"Mostre per il mondo; La Costa Azzurra per Firenze; Riabilitazione di Falk; Cambio della guardia nei musei di NY; Un premio a Castellani; Mastroianni al Ferro di Cavallo; Canestrari alla Schneider; Silvio Benedetto ai Due Mondi"./
soggetto produttore
livello gerarchico
  • Documento
titolo
  • "Mostre per il mondo; La Costa Azzurra per Firenze; Riabilitazione di Falk; Cambio della guardia nei musei di NY; Un premio a Castellani; Mastroianni al Ferro di Cavallo; Canestrari alla Schneider; Silvio Benedetto ai Due Mondi".
data inizio
  • 1967/01/07
contenuto
  • Articolo pubblicato su "Momento Sera", 7 gennaio 1967. "Dalle decine e decine di cataloghi che giungono settimanalmente sul nostro tavolo scegliamo quattro mostre diversissime ma tutte di notevole interesse: 20 opere dal '32 al '53 di Atanasio Soldati alla Polena di Genova, Concetto Pozzati alla De' Foscherari di Bologna, 'Scultura Maya' alla Jean Bucher e Paul Klee alla Alexandre Jolas a Parigi, ma la personale più nuova è quella del giovanissimo Piero Gilardi che espone alla Sonnabend di Parigi; I conservatori dei musei della Costa Azzurra si sono riuniti per concertare un programma di aiuti per le opere d'arte deteriorate in seguito all'inondazione di Firenze; A Mosca, nella sede dell'Unione degli artisti sta per concludersi una retrospettiva di Robert Falk; Il premio internazionale istituito dal Museo d'arte moderna di Tokyo, è stato assegnato a Enrico Castellani; La personale di Mastroianni allestita al Ferro di Cavallo raccoglie sculture di piccolo formato, gioielli in oro e bassorilievi in argento; In molte di queste opere esposte alla Schneider Carlo Canestrari dimostra di saper meditare la lezione fazziniana con un vigoroso senso dei volumi; Silvio Benedetto ha un talento pittorico tanto impetuoso da divenire spesso irrefrenabile, tanto ricco da farsi il più delle volte eccedente e ne è la prova la sua personale ai Due Mondi che raccoglie ben 103 opere tutte datate dal 1963 al 1966".
tipologia documentaria
  • Rassegna stampa